Fabbricazione digitale

La fabbricazione digitale
L'economia contemporanea è cambiata e cerca innovatori e imprenditori capaci di comprendere come i progressi scientifici e tecnici stiano ridisegnando il processo di progettazione e produzione. La fabbricazione digitale è al centro di questa nuova economia che per essere efficace deve sviluppare prodotti che combinino hardware, software e design a basso costo. Esistono molte  opportunità di business tra cui la progettazione di prodotti realizzati su misura e on-demand per le esigenze dei consumatori. Sempre di piu' sapere come e quando scegliere un processo di fabbricazione e la potenziale integrazione tra vari tipi di processi per creare un prodotto finito sta diventando una competenza richiesta dal mercato.
Il corso

Fabbricazione digitale - corso introduttivo

I destinatari del percorso formativo impareranno a distinguere le varie tecnologie, scegliere quella appropriata per prototipazione e la produzione di un prodotto e saranno in grado tracciare un workflow di fabbricazione per prodotti specifici. Inoltre acquisiranno le basi della progettazione e fabbricazione digitale e i suoi principi attraverso esperienza su software e con demo di alcune attrezzature di fabbricazione digitale.
Il focus del corso sarà posto sullo sviluppo di competenze di pensiero critico che trascendono una particolare applicazione software per promuovere un'analisi degli strumenti digitali e la loro relazione con la manifattura tradizionale.

Il corso ha una durata di 15 ore complessive divise in 5 lezioni da tre ore e comprende tutoraggio a distanza e il materiale didattico per l'apprendimento

Scarica in pdf il programma didattico del corso download

I docenti

Zoe Romano

Laureata in filosofia e appassionata di tecnologia ha co-fondato il progetto open-source di moda collaborativa europea Openwear attivo dal 2009 al 2012. Ha partecipato alla creazione di iniziative di attivismo sociale come San Precario e il suo anagramma Serpica Naro, la stilista immaginaria accettata nel calendario ufficiale della settimana della moda.
Nel 2011 ha fondato Wefab, per la diffusione di eventi e iniziative intorno all’Open Design e alla Digital Fabrication a Milano. Ha scritto per CheFuturo, Digicult e Doppiozero. Dal febbraio 2013 si è unita al team di Arduino per occuparsi di digital strategy e tecnologie indossabili. E' nel board della Fondazione Make in Italy.

Costantino Bongiorno
Laureato in ingegneria meccanica al Politecnico di Milano. Ha lavorato nel campo delle macchine utensili in Italia e all’estero. Si è poi interessato di automazione domotica e al mondo dei microcontrollori. Nel 2008 ha iniziato a collaborare con Massimo Banzi (Arduino) come interaction designer e trainer (Supsi, NABA, DomusAcademy), organizzando tra l’altro workshop, incontri ed eventi dal titolo “persone che fanno cose strane con l’elettricità” (Dorkbot, Virale).
Dal 2011 al 2012 ha collaborato con Vectorealism.com come CTO & COO. Nel 2011 si è unito al team Wefab. Nel 2013 ha lavorato per il progetto Maker Faire Rome insieme a Massimo Banzi & Officine Arduino. Nel 2014 si è occupato della selezione e dell’organizzazione dei Maker all’interno della Maker Faire Rome 2014.
http://wemake.cc/

Image credits
La copertina è stata realizzata utilizzando le immagini di
WeMake Milano pubblicati su https://www.flickr.com/photos/wemake_cc con licenza CC-BY-NC-SA 2.0

Ultime modifiche: lunedì, 1 agosto 2016, 17:30